Spazio Roberto Colleoni in Portanuova. Di temporary c’è solo lo showroom

Nella città del fare, Portanuova ospita un esempio del saper fare, e bene. Da mercoledi 25 maggio, e fino alla partenza del grande show internazionale del Salone del Mobile di Milano, Portanuova dà spazio in piazza Alvar Aalto al temporary showroom di Colleoni Roberto & C. , storico marchio familiare di interior design e arredo di fine fattura. 

Quella dei Colleoni è una grande storia italiana, giunta alla quarta generazione dei suoi protagonisti, che ben si presterebbe ad essere rappresentata come appassionante saga familiare in una serie tv. Il sipario si apre all’inizio del 900 con il lascito di una cassapanca e di una sedia da parte di una premurosa donna Colleoni al futuro padre dell’omonima maison, allora impiegato come apprendista tappezziere e materassaio presso grandi mobilieri brianzoli dell’epoca. Un uomo che, dopo anni di prigionia, al proprio ritorno dalla seconda guerra recupera la sua passione, il suo mestiere, e trasferisce ai quattro figli gli insegnamenti appresi in gioventù, avviando l’attività di famiglia in uno scantinato adibito a laboratorio.

E’ il 1954: nasce la Colleoni Roberto &. C. Tappezzieri. L’azienda cresce ed esplode col boom economico degli anni Sessanta, raggiungendo una clientela di élite, tra industriali, costruttori, editori. Nomi importanti che consentono all’impresa familiare di espandersi, assumere personale, partecipare a fiere e a mostre-concorso che valgono alla Colleoni premi prestigiosi nel settore tendaggi, salotti, poltrone e allestimenti. I favolosi anni Ottanta lanciano e consacrano il brand anche all’estero, scelto per allestire ville e quartier generali di grandi società. Inaugurando un periodo di grande dinamismo, che porterà i Colleoni a lasciare sempre più spesso l’amata provincia bergamasca alla volta di Montecarlo, Svizzera, Arabia Saudita, Stati Uniti, Sud Africa, Sud America: il nome corre, anche senza pubblicità.

Un lavoro basato su una collaudata filiera di tante e diverse competenze creative (designer, architetti, interior designer, artigiani, sarti, stilisti, arredatori, artisti, decoratori), tutti al servizio di un’azienda che, nonostante la notorietà, all’etichetta di “interior design / general contractor / home furniture” preferisce la definizione di “home styling”, intesa come vestizione sartoriale degli ambienti non replicabile in serie, dove il progetto e le sue creazioni sono pezzi unici. One off. Abiti sartoriali su misura per ogni esigenza e ambiente, realizzati internamente fino all’80% della produzione, in laboratori di sartoria, tappezzeria e falegnameria, nei 3.000 mq della sede attuale.

Senza dimenticare l’attenta attività di scouting di complementi di arredo e accessori di altra creazione, come le lampade e i tavoli di Filippo Feroldi per Purho e Colleoni Arte, tutti elementi armoniosamente combinati per dar vita all’ambiente desiderato. Come quello ricreato a regola d’arte in Portanuova sotto la supervisione personale di Roberto, Tullia, Giacomo e Gianandrea Colleoni, per rendere omaggio alla storia di una self-made italian family che dopo settant’anni di “fare bene, al meglio”, non dimentica quell’umile scantinato dove tutto è iniziato. Ma, anzi, ne conserva la memoria con orgoglio, facendone tesoro ogni giorno nel realizzare produzioni esclusive anche per le barche e le residenze più belle del mondo.
Dal 1954, Colleoni Roberto & C. Di temporary c’è solo lo showroom. Lo stile, resta.

Spazio Colleoni Roberto & C. 
Aperto da lunedì a venerdì, 14-19, sabato 10:30 - 18:30 
Opening mercoledi 25 maggio alle 18 fino alle 21 

www.colleoniroberto.it