È pronta. Sulla sua facciata campeggia l’insegna Accenture, società internazionale di consulenza e servizi professionali che entro l’estate 2021 ne insedierà gli spazi. È la torre di Corso Como Place, in via Bonnet, protagonista del grande intervento di riqualificazione che ha dato vita al complesso che, oltre all’edificio, comprende anche un Podium, luogo di accesso ma anche di passeggio e di incontro. L’edificio, progettato allo studio londinese PLP Architecture, si fa carico di grandi responsabilità: da una parte dare nuova vita all’ex palazzo Unilever realizzato nel 1962 e memoria storica dell’urbanistica del quartiere, dall’altra farsi portavoce di valori fondamentali di una rigenerazione urbana sostenibile, come il benessere delle persone e dell’ambiente circostante. L’edificio svetta per 70 m su 21 livelli ed è la prima torre per uffici italiana a ottenere la certificazione WELL, già in linea con i parametri Next Generation EU.

Un posto dove favorire l’aggregazione tra i diversi team, alimentare il senso di appartenenza dei nostri talenti e stimolare la progettazione di soluzioni innovative al fianco dei nostri clienti. Siamo felici che la prima tappa veda protagonista proprio la città di Milano, tra le prime a essere colpite dalla pandemia e fortemente desiderosa di ripartire.

(Francesca Patellani, Geographic Services Director di Accenture Italia, al Sole 24 Ore)

La nuova sede di Accenture, oltre a rispettare il contesto nel quale sorge e la storia dalla quale risorge, dà ampio spazio all’incontro fra persone e alla condivisione di idee e progetti. Destinando parte dei suoi 15mila mq ad aree per meeting informali, ambienti creativi e centri esperienziali dove immergersi in nuove tecnologie e ospitare sessioni di brainstorming e design thinking.

Corso Como Place è caratterizzato da un’architettura modellata intorno all’uomo che ogni giorno vive i suoi spazi, architettura dell’esperienza, pensata per dare spazio a una comunità con specifiche esigenze di “convivenza”.

Dimentichiamo gli asettici alveari lavorativi di un tempo: qui, come in ogni building di Portanuova, lo spazio tiene conto delle esigenze di chi lo vive, combinando la funzionalità alla qualità della vita. 

    Indirizzo

  • Via Nino Bonnet, 10